La vittoria della carta: il 60% è riciclato e recuperato

Hai mai sentito parlare degli obiettivi 2030? Si tratta di 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, declinati in 159 target e approvati dalle Nazioni Unite. Perché "2030"? Perché ci si è dati, come data ultima per raggiungerli, proprio l'anno 2030.



Abbiamo davanti a noi 10 anni in cui dare tutti noi stessi per:

  1. Sconfiggere la povertà
  2. Sconfiggere la fame
  3. Assicurare salute e benessere per tutti
  4. Assicurare istruzione di qualità per tutti
  5. Raggiungere la parità di genere
  6. Assicurare acqua pulita e servizi igienico-sanitari per tutti
  7. Assicurare energia pulita e accessibile a tutti
  8. Assicurare a tutti un lavoro dignitoso e contribuire alla crescita economica
  9. Favorire imprese/innovazione e infrastrutture
  10. Ridurre le disuguaglianze
  11. Rendere le città più inclusive, sicure e sostenibili
  12. Sviluppare modelli di produzione e consumo sostenibili
  13. Proseguire con la lotta al cambiamento climatico
  14. Proteggere la vita sott’acqua
  15. Proteggere la vita sulla terra
  16. Promuovere pace, giustizia e istituzioni solide
  17. Rinnovare la collaborazione mondiale per lo sviluppo sostenibile

Da dove iniziare?



Gli ultimi saranno i primi: iniziamo dai rifiuti

Tra i vari punti, uno è per noi di importanza fondamentale: la riduzione dei rifiuti. Sappiamo che la produzione di rifiuti - non solo in plastica, ma anche carta, rifiuti speciali, ecc. - è una delle più grandi piaghe della nostra era. Ma non entriamo qui nei dettagli.
Oggi portiamo invece un caso felice: l'aumento della percentuale di carta e cartone riciclati e recuperati in Italia, come si evince dai dati diffusi tramite il rapporto Comieco sulla differenziata in Italia.

"La raccolta differenziata di carta e cartone non arresta la sua corsa e anche nel 2019 conferma il trend degli ultimi anni migliorando le performance nazionali del 3%. Con 100mila tonnellate in più rispetto al 2018 si supera quota 3,5 milioni di tonnellate differenziate dai cittadini con un pro-capite di 57,5 kg/ab. È quanto emerge dal Rapporto Annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia, giunto alla 25° edizione. I nuovi dati trovano spiegazione in due diversi fattori: da una parte l’impegno sempre crescente dei cittadini nel fare la raccolta differenziata, dall’altra una filiera efficiente – quella del riciclo - che non si è mai fermata, nemmeno in pieno lock-down, confermandosi settore essenziale per il Sistema Paese."

Fonte: https://www.comieco.org/25deg-rapporto-annuale-comieco-sulla-raccolta-differenziata-di-carta-e-cartone-in-italia/ 

Gli ultimi, insomma, saranno i primi. E noi?



Il nostro contributo alla riduzione dei rifiuti

La sostenibilità è nel DNA di Tubus System da sempre. La nostra è un'azienda che nasce per proporre un'alternativa efficace, duratura e sostenibile a un processo - quello della sostituzione dei tubi di scarico - che ha sempre causato la produzione di tonnellate di rifiuti (mediamente 1,5 tonnellate di macerie e rifiuti per ogni intervento).

Il relining dei tubi di scarico infatti, in quanto intervento svolto al 100% in endoscopia (ossia dall'interno, tramite macchinari brevettati e delle giuste dimensioni per infilarsi negli scarichi e poi giù lungo le tubazioni), non produce rifiuti. Non si abbattono muri e pareti, non si rimuove il vecchio tubo, non ci sono calcinacci, macerie e scarti da smaltire in discarica.

Non solo, ma i materiali che utilizziamo sono atossici e riciclabili.

Per "Sviluppare modelli di produzione e consumo sostenibili" (obiettivo n. 12), insomma, stiamo facendo del nostro meglio. E tu?



Il premio Legambiente dimostra che Tubus System è la scelta più sostenibile che puoi prendere.

Un futuro migliore dipende dalle scelte che facciamo.
Scopri di più



Indietro
Questo sito utilizza cookies, continuando l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.