Relining ospedali: il risanamento dei tubi senza “disturbare”

La manutenzione delle strutture sanitarie non è sempre facile da programmare, soprattutto se l’intervento risulta essere invasivo, come nel caso del risanamento dei tubi. Fortunatamente, oggi si può ricorrere al relining negli ospedali.

Il relining negli ospedali si è rivelato fondamentale per evitare l’interruzione delle attività che si svolgono al loro interno. Grazie a questa tecnologia, infatti, anche interventi normalmente molto invasivi riescono a passare inosservati, riuscendo così a portare a termine l’operazione di manutenzione senza “disturbare”.

Perché la manutenzione negli ospedali è fondamentale

Un ospedale, si sa, non può mai permettersi di fermarsi. Il funzionamento continuo di determinati macchinari o la totale agibilità delle sale operatorie vengono normalmente dati per scontati, perciò è indispensabile assicurarsi che l’intera struttura sanitaria, esattamente come i pazienti, sia costantemente monitorata per essere certi che goda di perfetta salute.

La manutenzione ospedaliera è quindi fondamentale perché permette di:

  • monitorare e migliorare l’efficienza degli impianti e, in caso di necessità, intervenire tempestivamente prima che sia troppo tardi;
  • garantire accessibilità continua a tutti gli ambienti ospedalieri indispensabili alla salvaguardia dei pazienti;
  • minimizzare il costo durante l’intera vita dei vari impianti e aumentarne l’efficienza.

In cosa consiste il relining negli ospedali

Come già anticipato, il relining negli ospedali rappresenta la svolta per quanto riguarda gli interventi di manutenzione dei tubi.

Il reling infatti è una tecnologia molto innovativa che permette di ricostruire il tubo danneggiato direttamente dall’interno, senza ricorrere a nessuna demolizione e rendendo quindi l’intervento totalmente non invasivo.

Il tubo interessato viene rivestito con più strati di un particolare composito plastico rinforzato che, una volta indurito, darà vita ad sistema di scarico nuovo e sicuro, con una durata certificata di almeno 50 anni.

Il relining negli ospedali è una soluzione molto vantaggiosa perché grazie alla sua non invasività, l’edificio non deve essere sgomberato e ciò permette all’ospedale di continuare senza problemi tutte le proprie attività, riducendo così i disagi al minimo. 

Non essendoci demolizioni, inoltre, non si verifica neanche la produzione di macerie da dover poi smaltire, rendendo così il relining una soluzione totalmente sostenibile. 

Tubus System e l’intervento all'ospedale di Aosta

Da più di vent’anni Tubus System si occupa di risanamento di impianti di scarico e tra i suoi numerosi interventi, senza dubbio spicca quello effettuato all’ospedale di Aosta.

L’operazione ha interessato il risanamento di 10 colonne di scarico verticali in ghisa di oltre 20 metri l’una che attraversavano numerosi reparti quali degenze, sale operatorie e laboratori di analisi.

L’età e l’usura delle tubazioni non rendevano più sostenibili i continui rappezzi che interferivano con le attività dei vari reparti ed è stato quindi necessario intervenire affinché si potesse ricreare un sistema di scarico nuovo e resistente. 

Grazie al relining l’intervento è stato svolto dai locali tecnici posti nel sottotetto, consentendo in questo modo all’ospedale di operare a pieno regime senza nessuna interruzione delle attività.

Un ospedale controllato è un ospedale che funziona.

Grazie al relining, fare manutenzione non è mai stato così facile.

Scopri di più sui nostri vantaggi

Indietro
Questo sito utilizza cookies, continuando l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.