Rifacimento impianto fognario condominiale: qual è la soluzione migliore?

Rifacimento impianto fognario condominiale: qual è la soluzione migliore?

La soluzione migliore per il rifacimento dell’impianto fognario condominiale è il suo risanamento. Il relining, infatti, è l’unica soluzione a lunga durata, garantita, certificata, per nulla invasiva ed ecosostenibile.



È il momento del rifacimento dell’impianto fognario condominiale? Qual è la soluzione più rapida, efficace e conveniente? Se l’impianto fognario è gravemente ammalorato, con tubi marci o fatiscenti, la sostituzione è l’unico intervento possibile.

Se, invece, l’impianto è usurato o rotto in più punti ma può reggere stress meccanici, l’ideale è il relining, cioè la soluzione:

  • Meno invasiva in assoluto, perché non obbliga a rompere i muri
  • Rapida, perché si conclude in breve tempo
  • Ecosostenibile, perché non produce macerie e sfrutta materiali riciclabili
  • Certificata e garantita 10 anni.



Quando è necessario il rifacimento dell’impianto fognario condominiale

L’impianto fognario di un condominio è costituito da tutti i tubi che trasportano le acque reflue (grigie, provenienti da lavandini, docce, elettrodomestici, e nere, provenienti dal WC) dalla casa alle fognature.

I tubi provenienti dalle singole unità si collegano alla fogna tramite la colonna condominiale, una canalizzazione, resistente alle alte temperature, che culmina con uno sfiatatoio sul tetto (la canna di esalazione)

Rifare l’impianto è necessario quando una o più di queste componenti sono danneggiate: otturate, corrose o addirittura rotte in uno o più tratti, con conseguenti perdite e infiltrazioni nei muri degli appartamenti.



Perché è sconveniente sostituire l’intero impianto fognario?

A meno che lo scarico condominiale versi in condizioni irrecuperabili, la sostituzione è l’intervento meno conveniente.

Rifare l’impianto fognario sostituendo uno o più tubi, infatti, significa:

  • Rompere i muri dei singoli appartamenti e/o delle parti comuni del condominio.
  • Imbarcarsi in un’opera che può durare fino a 3 settimane: durante i lavori non sarà possibile utilizzare la cucina, il bagno, la lavanderia, nemmeno l’aria condizionata.
  • Essere sommersi di polvere e macerie, oltre che disturbati costantemente dai rumori dei lavori e dal passaggio dei tecnici.
  • Dover smaltire tutte le macerie, cioè tonnellate di calcinacci e tubi putrescenti.
  • Affrontare una spesa che, anche se suddivisa tra i condòmini, rimane ingente.



Perché scegliere il relining di Tubus System come alternativa alla sostituzione?

Perché il nostro relining ha una soluzione per ciascuno di quei problemi:

  • Il rifacimento dell’impianto fognario condominiale avviene dall’interno, cioè creando un nuovo tubo autoportante all’interno di quello vecchio; si accede dall’esterno (dai pozzetti e dai torrini), senza alcuna necessità di demolire nemmeno un mattone.
  • L’intervento dura pochi giorni: in un paio di giorni, è possibile ricominciare a utilizzare bagno, cucina, lavanderia, ecc.
  • Il nostro relining non produce macerie e non obbliga a onerosi smaltimenti; non solo, i macchinari sono silenziosi e permettono a chi vive o lavora nei locali interessati di continuare a svolgere le proprie normali attività.
  • Per tutti questi motivi, è nettamente più economico di una tradizionale opera di sostituzione. Ciò non significa che la qualità sia inferiore: il relining di Tubus System è l’unico metodo certificato a livello Europeo, avendo ottenuto la certificazione ETA (European Technical Approval) che attesta il superamento di tutti i più severi test di qualità europei.

Altre garanzie? Un tubo risanato con il relining di Tubus System ha una durata di vita certificata di 50 anni, e una garanzia di ben 10 anni.




Vuoi saperne di più su come funziona il relining?

Contattaci, ti forniremo maggiori informazioni.

Indietro

Richiedi informazioni

Questo sito utilizza cookies, continuando l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.