Scarico pluviale condominiale: al sicuro con la manutenzione preventiva

Scarico pluviale condominiale: al sicuro con la manutenzione preventiva

Lo scarico pluviale condominiale è uno dei tubi che causa più problemi: quando si intasa o si rompe, ci sono parecchie difficoltà nel capire come debba essere ripartita l’ingente spesa. Per evitare questa impasse, è meglio giocare d’anticipo e mettere a budget una manutenzione preventiva.



Se amministri un condominio, potrebbe esserti già capitato di dover risolvere i danni causati da uno scarico pluviale condominiale rotto o intasato. Quando accade, si crea una situazione delicata:

  • È difficile capire come ripartire le spese per l’intervento di ripristino (tutti i condòmini in parti uguali o qualcuno più e qualcuno meno?);
  • Bisogna affrontare lunghi interventi risolutivi, che provocano disagi a tutti gli inquilini (macerie, polvere, rumori assordanti, via vai di tecnici, ecc.);
  • Vanno smaltite tutte le macerie e la colonna di scarico rimossa.

Una manutenzione preventiva è sempre la soluzione più vantaggiosa: ti permette di giocare d’anticipo, evitando infiltrazioni e disagi; può essere messa a budget a inizio anno e, se condotta con metodi avanzati, è poco invasiva e per nulla distruttiva.



La manutenzione preventiva per evitare la rottura o l’occlusione del pluviale

Curare la manutenzione di uno scarico pluviale condominiale significa:

  • Verificare periodicamente che foglie, rami, polveri e altri oggetti estranei non abbiano tappato i pozzetti o lo scarico. In caso di intasamento, le acque piovane non scorreranno correttamente e rifluiranno dai pozzetti stessi; nei casi peggiori, provocheranno l’accumulo di acqua su terrazzi e balconi.
  • Controllare che lo scarico non presenti rotture in uno o più punti, causando perdite e infiltrazioni che, inevitabilmente, si riverseranno nelle pareti degli appartamenti.

Se lo scarico pluviale condominiale corre esternamente alla muratura, la manutenzione è abbastanza semplice; diversa è la situazione in caso di un pluviale incassato nei muri.

Come procedere, quindi, per una manutenzione sicura, rapida ed efficace?



Prevenire i danni allo scarico pluviale condominiale con il relining

Contattando aziende specializzate, come Tubus System, si può richiedere l’analisi dello stato di salute delle tubazioni e, in caso sia necessario, risanarle prima che si danneggino irreparabilmente.

In Tubus System siamo specializzati in un metodo non invasivo né distruttivo per la manutenzione e il risanamento dei pluviali condominiali; il metodo si chiama relining e consiste nella creazione di un nuovo pluviale all’interno di quello ammalorato. Il nuovo scarico è autoportante e viene formato introducendo nel pluviale macchinari brevettati, a partire dai punti di accesso pre-esistenti.



Il relining di un pluviale condominiale si svolge in 4 fasi

  1. Videoispezione dello scarico pluviale condominiale, per verificare lo stato delle superfici e individuare, eventualmente, il punto di occlusione o di rottura del tubo;
  2. Pulizia dello scarico per rimuovere i detriti accumulati;
  3. Risanamento vero e proprio, che avviene spruzzando il nostro speciale composto plastico resinoso sulle pareti dello scarico. Il composto, una volta solidificato, formerà il nuovo tubo autoportante;
  4. Videoispezione conclusiva per controllare la buona riuscita del relining.

Le spese del relining preventivo sono nettamente inferiori rispetto a un intervento di urgenza, e al vantaggio economico del risanamento si aggiungono:

  • la non invasività, perché non viene abbattuto un singolo mattone
  • la sostenibilità ambientale, visto che non vengono prodotte macerie e che il composto plastico di cui è fatto il nuovo tubo è riciclabile al 100%.





Vuoi saperne di più sul risanamento di uno scarico pluviale condominiale? Contattaci!

Indietro

Richiedi informazioni

Questo sito utilizza cookies, continuando l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.